Prima Spiaggia

Seconda Spiaggia

Terza Spiaggia

Cala Sassari

La Sirena

Spiaggia Bianca

Cala Moresca

Cala Sabina

B&B

Ringraziamenti

Golfo Aranci

La scultura è interamente realizzata in bronzo ed è alta 3,50 metri e pesa 6,50 quintali con fattezze di sirena, posta sul fondo del mare di Golfo Aranci e che due volte al giorno riemergerà dai fondali per allietare pescatori e turisti  con un canto di buon augurio in lingua sarda.

 

Con la sua altezza e maestosità ha il privilegio di toccare il cielo e le stelle a cui si abbandona, con il capo leggermente reclinato in atteggiamento romantico.

E’ infatti avvolta dalla Via Lattea, che rimanda alla molteplicità degli elementi che compongono l’identità del mondo sardo, ricco di valori e tradizioni uniche, simboleggiato dalla riproduzione della navicella nuragica a cui lei volge lo sguardo, riportandoci alle nostre antiche origini di popolo di navigatori e all’attesa della donna che aspetta il rientro del suo uomo.

La Prima Spiaggia di Golfo Aranci, si trova al centro della cittadina , è una spiaggia dall’acqua cristallina e pulita, il fondale parte di sabbia, parte di pietra è caratterizzato da posidonia oceanica, la sabbia chiarissima e sottile.

 

Dalla prima spiaggia si può ammirare lo spettacolo del golfo e dell’isola di Tavolara. Prima di raggiungerla si attraversa tutto il paese fino al municipio.

 

La Prima spiaggia ha un parcheggio libero che confina con la spiaggia e trovandosi al centro di Golfo Aranci è servita da bar ristoranti pizzerie e dalla vicina via marina.

 

Seconda Spiggia

Uno sperone granitico separa la prima dalla Seconda Spiaggia.

 

 Un piccolo angolo di paradiso, appartato e incantevole, anch’esso caratterizzato dal bianco della sabbia finissima e dalla trasparenza delle acque.

 

È in parte libera e in parte attrezzata ed è facilmente raggiungibile dal centro del paese.

 

Terza Spiaggia

Alla destra della Seconda, si trova la Terza Spiaggia, separate solo da un promontorio ricoperto da una coloratissima macchia mediterranea che si affaccia nelle acqua cristalline.

 

La sabbia è rigorosamente bianca e fine e i fondali bassi rendono la spiaggia una meta ideale per le famiglie e per il gioco dei bambini.

 

La vista è mozzafiato, con l’Isola di Tavolara che mostra uno dei suoi lati più belli. E’ una delle spiagge principali del paese e per questo è molto frequentata. E’ libera ed è dotata di un bar.

Cala Sabina

Arrivando via terra, basterà sbirciare attraverso il passaggio sotto la ferrovia per rimanere senza fiato. I colori vivaci e brillanti dei ginepri e della macchia mediterranea incorniciano un quadro di stupefacente bellezza: un’arenile molto ampio costituito da sabbia finissima e chiara e bagnato da acque turchesi, che rimangono basse fino al largo, permettendo il gioco dei bambini in tutta sicurezza.

Cala Sabina, situata nella costa nord del promontorio di Capo Figari, rappresenta una meta imperdibile anche per gli amanti delle immersioni, grazie agli scogli adiacenti, ricchi di flora e fauna.

 

È facilmente raggiungibile in auto dalla rotatoria all’ingresso di Golfo Aranci, ma è possibile arrivarci anche con il treno che effettua il tragitto da Olbia, sostando da giugno a settembre nella piccola stazione ferroviaria a poche decine di metri alla spiaggia. E’ parzialmente attrezzata e servita da un bar e un rinomato ristorante.

 

Cala Sassari è protetta da due promontori in cui la macchia mediterranea fa da padrona. Il quadro che si presenta ai visitatori è da cartolina: il verde della vegetazione racchiude il colore cristallino del mare mentre, sullo sfondo, fanno da guardia l’Isola di Tavolara e l’isolotto di Figarolo.

 

Un altro aspetto caratterizzante di questa spiaggia è l’alternanza tra sabbia molto fine e granelli più grossi, di un colore quasi dorato. Qua e là, ogni tanto, spunta qualche scoglio, che si affaccia in superficie, aggiungendo particolarità alla spiaggia.

 

È facilmente raggiungibile da Golfo Aranci, parzialmente attrezzata e dotata di un bar ristorante.

 

Cala Moresca

Immersa nella natura colorata e selvaggia si trova la pittoresca baia di Cala Moresca. Un paesaggio suggestivo, che si specchia sull’Isolotto di Figarolo, formato da due spiaggette separate da un piccolo promontorio ma accomunate da sabbia dorata e fine che si mischia con piccoli sassolini.

L’arenile si alterna alle scogliere e si affaccia su un mare dal colore intenso e profondo.

Una bellezza intatta e incontaminata, per gli amanti della natura selvaggia. Alle spalle della spiaggia, si trova un’ampia pineta dove è possibile trovare ristoro e riparo dal sole. Ad arricchire ancora di più questi luoghi, sul promontorio che divide le due calette è possibile ammirare l’antica fornace, dove un tempo veniva prodotta la calce estratta dalle vicine cave.

 

Percorrendo la strada provinciale panoramica 82 che da Golfo Aranci conduce ad Olbia si arriva alla Spiaggia Bianca. L’ampio arenile si estende tra due parentesi rocciose e si specchia nella maestosa quanto incantevole Isola di Tavolara.

 

La sabbia è di un caratteristico colore bianco e di una finezza impressionante e ogni tanto qualche scoglio e qualche piccola duna si alternano, impreziositi da sorridenti gigli selvatici.

 

Il fondale è basso e per questo adatto alla balneazione e al gioco dei bambini. La spiaggia è parzialmente attrezzata e ricca di servizi: hotel, bar e ristoranti.